Tumori



Figura 1 - Le proteine riparatrici “aggiustano” i danni arrecati al DNA da agenti esterni o da una replicazione difettosa.

La scelta di Angelina Jolie: cosa significa avere mutazioni nei geni BRCA1/2

DI Mara Artibani – Le donne portatrici di mutazioni nei geni BRCA1/2, come l’attrice Angelina Jolie, hanno un elevato rischio di sviluppare tumori al seno e all’ovaio. Le due lettere aperte con cui la Jolie ha annunciato di essersi sottoposta a mastectomia e ovariectomia preventive hanno innescato un acceso dibattito su quale sia la scelta migliore per le portatrici di mutazioni.
In questo articolo cercheremo di contestualizzare la decisione presa dall’attrice, spiegando cosa vuol dire avere delle copie difettose di questi due geni, descrivendo il test genetico per BRCA1/2 e elencando pro e contro di tutte le opzioni terapeutiche e di prevenzione al momento disponibili.


Nuovi approcci immunoterapici contro i tumori: una speranza per il futuro

Di Riccardo Mezzadra – Da molti anni la comunità scientifica si pone due domande di fondamentale importanza: primo, il sistema immunitario è in grado di prevenire lo sviluppo del cancro? E secondo, una volta che un tumore esiste, le cellule immunitarie possono riconoscerlo e combatterlo? Purtroppo, ad oggi non abbiamo delle risposte chiare alla prima domanda, ma grazie a nuovi approcci terapeutici possiamo cominciare a rispondere alla seconda. Queste nuove terapie, dette immunoterapie, cercano di usare il sistema immunitario come arma per eliminare le cellule tumorali. Grazie al loro avvento, abbiamo osservato dei progressi straordinari nel trattamento di alcuni tipi di cancro che fino a pochi anni fa erano incurabili.




No Image

Il tumore gastrico “sta sui nervi”

Un gruppo di ricercatori norvegesi ha dimostrato che lo sviluppo e la crescita del tumore gastrico dipende dal sistema nervoso e in particolare dal nervo vagale. La vagotomia, un intervento…