terapia

Sviluppo di CRISPR come strategia antivirale per combattere SARS-CoV-2 e influenza

Riassunto e traduzione a cura di: Alessio Silva; Revisionato: Marianna Coppola – PAC-MAN (CRISPR profilattica antivirale in cellule umane), una strategia basata su Cas13, può degradare efficacemente l’RNA di sequence di SARS-CoV-2 e del virus dell’influenza A in cellule epiteliali polmonari umane. Gli autori hanno progettato e selezionato CRISPR RNAs complementari a regioni virali conservate, identificando 6 crRNA in grado di colpire oltre il 90% di tutti i coronavirus. Pertanto, PAC-MAN potrebbe diventare una potenziale strategia di inibizione pan-coronavirale.


Inibizione dell’infezione da SARS-CoV-2 (precedentemente 2019-nCoV) tramite un potente inibitore di fusione del pan-coronavirus che agisce limitando l’alta capacità di mediare la fusione di membrana della spike protein del virus

A cura di: Claudia Foray; Revisionato: Agnese Loda – In questo studio gli autori descrivono il ruolo del meccanismo di fusione di membrana tramite la proteina spike, alla base dell’infezione di SARS-CoV2. Dimostrano, in vitro e in vivo, l’efficacia dell’inibizione del dominio HR1 della proteina spike di SARS-CoV2, mediante l’uso di lipopeptidi. Questi inibitori, in particolare EK1C4, agiscono bloccando il meccanismo di fusione di membrana mediato dalla proteina spike del virus, e in questo modo proteggono dall’infezione virale da SARS-CoV2.





I chemioterapici arrivano dritti alla meta

Le cellule tumorali riescono a metastatizzare ancorando e attraversando i vasi sanguigni. La molecola p-selettina è espressa abbondantemente sulle cellule endoteliali e media questo fenomeno di ancoraggio. Uno studio pubblicato…


No Image

Tempi maturi per una terapia dell'HIV?

(01 Aprile 2014) Una mutazione nel gene CCR5 rende le cellule immunitarie umane resistenti all’infezione da parte del virus HIV.  Leggi l’articolo su New England Journal of Medicine e l’editoriale…