Pseudoscienza

MINIREVIEW: Pseudoscienza e COVID-19 — Basta così

Analisi della Letteratura a cura di: Dimitrios Spiliotopoulos; Revisione e traduzione: Maria Clara Liuzzi – L’“infodemia” [1] relativa al COVID-19 mette in evidenza come il tollerare la pseudoscienza possa causare danni reali, e pertanto essa non deve essere accettata. La responsabilità professionale dei ricercatori è di rendersi partecipanti attivi, ed inondare la rete di informazioni accurate, scritte in maniera avvincente e convincente (facili da capire e da condividere tramite i dispositivi mobili), e correggere le notizie false.


Scienze di confine. Riscriviamo il metodo scientifico? Invalidiamo il concetto di validità

Di Armando De Vincentiis – Nella ricerca scientifica è necessario avere il maggior controllo possibile su tutte le variabili esistenti, affinché i risultati possano fornire la migliore rappresentazione possibile della realtà di un fenomeno. Esistono decine e decine di trattati sul metodo scientifico e sulle regole da seguire quando ci si accinge ad un lavoro di ricerca. In questo articolo osserveremo tali regole da un punto di vista “alternativo”, per rispondere alle esigenze di chi -animato da uno spirito di ricerca alternativa- critica tali regole come restrittive, incomplete o peggio causanti limitazioni nell’espressione e/o nell’esplorazione di alcuni fenomeni, dando adito a speculazioni e allo sviluppo di teorie pseudoscientifiche. L’osservazione che seguirà ci permetterà di comprendere se, davvero, tali regole abbiano dei limiti oggettivi e che, modificandole, consentano una reale apertura a mondi scientifici inesplorati.