Networking

Muri che cadono, ponti che uniscono: l’esperienza di tre italiani al concorso Falling Walls 2018

A cura di Elisa Dell’Aglio – Davide, Eleonora e Giuseppe sono tre giovani ricercatori con all’apparenza ben poco in comune: Davide si occupa di chimica farmaceutica a Lubiana, Eleonora di neurobiologia a Pisa e Giuseppe di nuovi materiali a Losanna. Eppure a ottobre di quest’anno si sono ritrovati tutti e tre a rappresentare l’Italia durante l’evento internazionale “Falling Walls”, che dal 2009 si svolge ogni novembre a Berlino. “Falling Walls” si prefigge di mettere in relazione il mondo della ricerca scientifica con rappresentanti di industrie, fondazioni, organizzazioni non governative e mass media. Il programma completo comprende una competizione per start-up da tutto il mondo (Falling Walls Venture), una tavola rotonda che coinvolge diversi decisori politici e persone di spicco nell’innovazione (Falling Walls Circle), e uno showcase di progetti di comunicazione scientifica (Falling Walls Engage). Ma l’evento clou è la conferenza plenaria del 9 novembre, in cui scienziati di grande calibro discutono di tematiche di attualità, senza limiti di settore: dal problema della privacy nell’era dei “big data” all’ecologia. Un solo punto in comune: lo sguardo al domani. Anche se Davide, Eleonora e Giuseppe non sono (ancora!) rappresentanti politici, economisti o affermati group leader, hanno avuto l’onore di prendere parte gratuitamente alla conferenza e alla cena di gala della vigilia, a fianco di persone del calibro di Paola Arlotta (Harvard University) o Bernhard Schölkopf (Max Planck Institute). Come? Grazie alla competizione “Falling Walls Lab”, una gara di comunicazione scientifica rivolta a giovani ricercatori di tutto il mondo. Questo è il loro racconto.


Report dell’Assemblea di AIRIcerca 2018

Di Luca Cassetta – Tra il 21 e il 25 maggio 2018 si è tenuta in forma telematica l’assemblea annuale dell’Associazione AIRIcerca. Questa asemblea ha rappresentato un momento molto importante della vita dell’Associazione, perché ci ha consentito di fare il punto su molti dei progetti in corso e sviluppare nuove idee per il futuro. Inoltre, durante l’assemblea è stato eletto il nuovo Direttivo dell’Associazione, che resterà in carica per i prossimi tre anni. In questo articolo, pubblichiamo la relazione del Presidente Luca Cassetta, il cui incarico è stato confermato per il prossimo triennio, discussa durante l’assemblea.


No Image

Networking… perchè?!

Leggi un’interessante opinione sul “networking” pubblicata recentemente su Science. Cosa ne pensate?