invecchiamento

SARS-CoV-2: all’incrocio tra invecchiamento e neurodegenerazione

A cura di: Alessio Silva; Revisionato: Antonio Carusillo – SARS-CoV-2 è l’agente causante il recente COVID-19. Nonostante ci siano molti dati decorso dell’infezione, poco si sa ancora degli effetti a lungo termine. Recenti dati mettono in relazione il SARS-CoV-2 con proteine associate all’invecchiamento. Ciò suggerisce l’ipotesi che l’infezione potrebbe, su lungo periodo, accelerare il processo dell’invecchiamento e/o andare a peggiorare quadri clinici di pazienti affetti da malattie neurodegenerative come il Parkinson.



No Image

Il digiuno è salutare

Uno studio pubblicato su Science Translational Medicine dimostra che digiunare per 5 giorni al mese per 3 mesi ha degli effetti benefici sul metabolismo. Il digiuno riduce la pressione arteriosa,…