Hardware

Intelligenza artificiale: dai giochi di imitazione di Turing a Facebook

Di Elisa Camozzi – Nell’agosto 2017 su giornali e telegiornali è apparsa una notizia riguardante due bot, Alice e Bob, che avrebbero iniziato a parlare tra di loro in una lingua di loro “invenzione” durante un esperimento condotto al laboratorio di ricerca sull’intelligenza artificiale di Facebook (FAIR). Il tempo ristretto di un servizio del telegiornale non è sicuramente sufficiente a definire il contesto nel quale leggere questa notizia. E quando si parla della possibilità di costruire macchine in grado di simulare l’intelligenza umana, il contesto è utile per evitare entusiasmo eccessivo o paure indotte. L’articolo vuole essere un tentativo di definire tale contesto mediante un percorso, più storico che tecnico, attraverso le tappe principali che hanno portato dai primi calcolatori alle macchine odierne in grado di apprendere.