Clima

La voce degli AIRIcercatori in merito ai cambiamenti climatici

Di Associazione AIRIcerca – Qualche giorno fa il Corriere della Sera ha pubblicato un testo che reputiamo davvero di bassa qualità, non informativo, superficiale e incorretto in merito ai cambiamenti climatici mondiali in atto. Riteniamo opportuno far sentire la nostra voce sulla questione. I due testi che seguono sono una lettera che abbiamo inviato al Corriere in risposta all’articolo da loro pubblicato e un articolo inedito, scritto da un ricercatore esperto, per fare il punto sui cambiamenti climatici con il giusto rigore scientifico.



Rapporto sulla resilienza dell’Artico

Lo Stockholm Resilience Centre in collaborazione con diversi enti internazionali ha pubblicato l’Arctic Resilience Report, che mostra l’impatto dei cambiamenti climatici e di altre attività umane sugli ecosistemi artici. Il…


Venere sotto i riflettori

  Al congresso congiunto DPS-EPSC recente svoltosi a Pasadena (USA) la sessione dedicata a Venere è stata di grande rilevanza, con la scoperta di attività vulcanica recente (su scale geologiche)…


Non solo il mare, anche la montagna ha le sue onde: origine della turbolenza atmosferica ad alta quota

Di Maria Vittoria Guarino – L’interazione tra masse d’aria in movimento e orografia innesca in atmosfera un movimento oscillatorio noto come onda di montagna (o orografica). La rottura delle onde di montagna è una delle cause della turbolenza atmosferica che gli aerei spesso incontrano ad alta quota. La difficoltà di prevedere il verificarsi di questo tipo di turbolenza e il fatto che essa si verifichi senza alcun indizio visivo (ragion per cui si parla di turbolenza in aria chiara) la rendono particolarmente insidiosa e pericolosa per la sicurezza in volo. Infatti, in condizioni atmosferiche favorevoli alla loro generazione e propagazione, le onde di montagna possono essere così forti da portare un aereo momentaneamente fuori controllo.


Riso vs tsunami

Dopo il terremoto e il conseguente tsunami che ha colpito il Giappone nel 2011, oltre 20.000 ettari coltivati a riso sono stati inondati con acqua di mare, che ha salinizzato…


Il clima mediteraneo migra al nord

Una ricerca pubblicata su Scientific Reports ha utilizzato un approccio probabilistico per studiare la distribuzione geografica del clima mediterraneo in base alle proiezioni dei cambiamenti climatici previsti nel 21 secolo….