Astronomia


NASA/JPL-Caltech/SwRI/MSSS/Betsy Asher Hall/Gervasio Robles

Giove svelato

A poco meno di un anno dall’inizio della sua missione scientifica la missione NASA Juno, dedicata allo studio di Giove e dei suoi satelliti, inizia a mostrare i primi sorprendenti…


Vangelis compone per Rosetta

In concomitanza con la fine della missione ESA che ci ha fatto conoscere la cometa 67P Vangelis pubblicherà un album intitolato proprio “Rosetta” e ad essa ispirato. Non è la…


Dawn aiuta a svelare i segreti di Cerere

La sonda NASA Dawn sta svelando i molti misteri del pianeta nano comprese le famose macchie brillanti sulla sua superficie. Gli autori di uno studio guidato dal tedesco Max Planck…


La nuova era dell’esplorazione spaziale: alla scoperta di corpi celesti testimoni della nascita del Sistema Solare

Di Angelo Zinzi – Nell’ultimo anno l’esplorazione spaziale ha occupato un posto di primo piano all’interno dei notiziari generalisti. Merito di chi riesce a pubblicizzare ottimamente le missioni, ma anche e soprattutto del raggiungimento di corpi celesti finora poco considerati. Dopo aver esplorato i pianeti, si è infatti passati allo studio in situ dei “corpi minori” e dei pianeti nani, utilissimi per comprendere l’origine e l’evoluzione del Sistema Solare. A differenza dei pianeti, infatti, essi spesso mantengono la composizione originaria della nebulosa protoplanetaria da cui ha avuto origine il nostro Sistema Solare. In questo articolo vogliamo ripercorrere brevemente la storia delle missioni che ci hanno permesso di conoscere meglio i pianeti che orbitano attorno al Sole, per poi mostrare come le missioni Dawn, New Horizons e Rosetta stiano rivoluzionando le nostre conoscenze sui corpi minori e sui pianeti nani e, tramite essi, sull’evoluzione del Sistema Solare.


No Image

Isola transitoria su Titano

Nel 2004, la sonda Cassini arrivò su Saturno per osservare i cambiamenti superficiali di Titano, la più grande delle 62 lune del pianeta. Gli astronomi hanno ora scoperto un’isola transitoria…