Articoli AIRInforma

Cancro: Come Risponde Il Sistema Immunitario Contro Il Covid-19?

Di Noemi Bognanni – Questo breve articolo mira a fornire delle nozioni concise sulla conoscenza generale di due nemici dell’uomo: coronavirus e cancro. L’obiettivo è quello di porre l’attenzione sul problema dell’indebolimento del sistema immunitario a seguito di terapie quali chirurgia e chemioterapia, che rendono il paziente oncologico immunodepresso e quindi potenzialmente più esposto al rischio di contrarre infezioni. Questa tematica, oggi più che mai è attuale poiché l’arrivo di nuovi virus e patogeni costituisce una grave minaccia in soggetti immunodepressi.

Leggi Tutto...

COVID-19: un messaggio dagli AIRIcercatori a colleghi di altre nazioni // A message from Italian AIRIcerca scientists to international colleagues

Di Associazione AIRIcerca – Pubblichiamo una lettera, redatta a seguito di un’iniziativa nata tra AIRIcercatori, indirizzata a colleghi ricercatori di altre nazioni, in merito alla attuale pandemia di COVID-19. Invitiamo chiunque voglia sottoscrivere questa lettera a commentare questo articolo indicando nome, cognome, affiliazione e nazione di residenza.


Oltre la plasticità sinaptica: anche l’eccitabilità dei neuroni contribuisce alla formazione di nuove memorie

Di Giorgio Grasselli – Uno dei grandi interrogativi a cui le neuroscienze stanno cercando di dare una risposta riguarda come all’interno del nostro cervello i neuroni riescono a registrare nuove memorie. Il cambiamento della forza con cui due neuroni connessi comunicano tra loro (plasticità sinaptica) è considerato, da oltre quarant’anni, il principale meccanismo cellulare coinvolto in questi processi. Nel nostro ultimo lavoro, pubblicato su PLOS Biology [1], abbiamo dimostrato, che anche un altro processo cellulare svolge un ruolo chiave nella registrazione di nuove memorie, almeno in parte indipendentemente dalla plasticità sinaptica: il cambiamento dell’eccitabilità intrinseca dei neuroni (plasticità intrinseca). Si aggiunge così un nuovo tassello nella comprensione dei meccanismi cellulari necessari alla memoria e apprendimento che possono essere alterati in malattie nel sistema nervoso.


2019-nCoV: cosa sappiamo di questa nuova epidemia da un punto di vista epidemiologico e virologico

Di Filippo Tatullo e Alessandra Ruggiero – Esattamente un mese fa, 31 Dicembre 2019, le autorità sanitarie cinesi hanno notificato un focolaio di casi di polmonite ad eziologia non nota nella città di Wuhan (Provincia dell’ Hubei, Cina). Il Centers for Disease Control and Prevention (CDC) Cinese ha successivamente identificato, tramite tecniche di isolamento virale, microscopia elettronica e sequenziamento del genoma, un nuovo coronavirus (2019-nCoV) come causa eziologica di queste patologie.



Ritratto di Xylella fastidiosa

Di Elisa Dell’Aglio – Impariamo a conoscere questo organismo, di cui si è parlato e si parla molto a causa delle epidemie in corso in diverse nazioni europee. Lo scopo di questo articolo è di descrivere al grande pubblico i fatti scientifici di base che possono permettere di comprendere la malattia e di valutare l’attendibilità delle fonti giornalistiche, senza entrare nel merito delle strategie di contenimento né affrontare teorie complottistiche.


Cinque domande comuni sul cambiamento climatico

Di Daniele Visioni – Discutere di Cambiamento Climatico è sempre difficile. Lo è come per tutti gli argomenti in cui si discute di rischio (reale e percepito), di attribuire responsabilità, o di modificare le proprie abitudini. Lo è ancora di più, però, quando le posizioni degli scienziati vengono riportate male ed interpretate peggio, e ci si ritrova quindi a dover fare una continua attività di “debunking” (cioè smentire le notizie false usando il metodo scientifico). Chiunque si sia mai ritrovato a parlarne online, prima o poi si è imbattuto in una delle cinque domande a cui ho cercato di dare una, per quanto possibile, esaustiva ma non troppo tecnica risposta.