Alla scoperta di medicinali per il trattamento della malattia COVID-19

Riassunto e Traduzione dell’Articolo: Dong L, Hu S, Gao J. Discovering drugs to treat coronavirus disease 2019 (COVID-19). Drug Discov Ther. 2020;14(1):58-60.

Riassunto e traduzione a cura di: Maria Clara Liuzzi; Revisionato: Stefania Principe

Articolo Originale Pubblicato il 29 Febbraio 2020

L’articolo riassume le recenti scoperte riguardanti l’uso preclinico e clinico di diversi medicinali nel trattamento del COVID-19 in Cina, le principali potenzialità terapeutiche e le ampie prospettive di ricerca. 

Lo sforzo degli scienziati al momento è mirato a trovare antivirali che siano specifici per il virus. Diversi farmaci sono al momento testate su studi clinici per valutarne l’efficacia e la sicurezza come terapia per il COVID-19 in Cina.

Antivirali come Interferone α (IFN-α), lopinavir/ritonavir, clorochina fosfato, ribavirina e arbidolo sono stati inclusi nelle “Linee guida per la prevenzione, diagnosi e trattamento di pneumonia indotta dalla malattia COVID-19”, emesse dalla Commissione di Salute Nazionale in Cina. L’articolo fa riferimento all’ultima versione del documento, emesso in data 18 Febbraio 2020. Le linee guida includono il tipo di via di somministrazione e il dosaggio consigliato per ogni medicinale, con tutte le somministrazioni effettuate per un tempo massimo di dieci giorni.

IFN- α e’ un antivirale ad ampio spettro solitamente utilizzato per le epatiti; lopinavir/ritonavir e’ una combinazione medicinale utilizzata per il trattamento di pazienti affetti da HIV; ribavirina e’ un antivirale ad ampio spettro; clorochina e’ ampiamente utilizzata come anti-malarico; arbidolo puo’ essere usato nel trattamento del virus dell’influenza. Tutti questi antivirali sono stati selezionati per utilizzo in trials clinici nazionali a seconda delle loro finestre di buona attivita’ e di efficacia dimostrata in vitro contro SARS-CoV, oppure a seconda del loro effetto coadiuvante positivo contro sintomi acuti respiratori che spesso sorgono da infezioni SARS o SARS-simili.

A parte questi antivirali inclusi nelle Linee Guida cinesi, l’articolo parla anche di altri medicinali che sono correntemente sotto revisione come potenziali trattamenti alternativi contro SARS-CoV; il primo medicinale di cui si fa menzione e’ Favipiravir, un nuovo tipo di inibitore di RNA polimerasi recentemente approvato per il trattamento della nuova influenza in Cina, che si pensa possa essere potenzialmente efficace anche contro SARS-CoV, dato che quest’ultimo e’ un virus a RNA. Favipiravir sta per ora dimostrando risultati preliminari promettenti in un trial clinico, suggerendo che potrebbe anche rivelarsi una scelta migliore della combinazione lopinavir/ritonavir.

Un altro medicinale e’ il Remdesivir, antivirale ad ampio spettro che ha fin’ora dimostrato effetti promettenti in diversi ambiti di studio, e che si trova ora in un trial clinico nazionale multicentrico di fase III, che dovrebbe concludersi a fine Aprile.

L’articolo cita anche altri medicinali quali darunavir (inhibitore di HIV-proteasi), imatinib (inibitore di BCR-ABL kinasi) e “TMSPSS2” (inibitori di proteasi seriniche transmembrana di tipo II), che grazie ai loro meccanismi d’azione potrebbero interferire con la fusione virale o l’ingresso del virus nella cellula ospite a diversi livelli, e quindi potrebbero essere potenziali alternative nel trattamento di COVID-19.

Inoltre, un team collaborativo di ricerca in Shanghai ha effettuato screening enzimatici ed in silico che hanno permesso la selezione di trenta medicinali potenzialmente attivi, e anche la scoperta di ingredienti potenzialmente attivi all’interno di alcune piante medicinali tradizionali.

Per concludere, sebbene attualmente non ci sia ancora un trattamento confermato per il COVID-19, in Cina c’e’ di certo una larga diffusione di ricerca preclinica e clinica al momento, focalizzata nel determinare l’efficacia e sopratutto la sicurezza di svariati potenziali futuri farmaci.


About the Author

AIRI CLIP
Siamo un gruppo di medici, biologi, e ricercatori. Scriviamo in associazione con AIRIcerca in capacità privata (non rappresentiamo le rispettive istituzioni!) nel tentativo di aiutare i medici italiani che stanno affrontando l’epidemia Covid19. Controlliamo costantemente la letteratura scientifica e forniamo brevi riassunti in italiano peer-reviewed (troverete per ogni riassunto il nome di chi lo ha scritto e chi lo ha revisionato). Per agevolare la ricerca delle informazioni, assegnamo delle parole-chiave ad ogni riassunto. Speriamo in questo modo di fornire una versione concisa e in italiano di quanto di nuovo ha da offrire la letteratura scientifica sull’epidemia.

Be the first to comment on "Alla scoperta di medicinali per il trattamento della malattia COVID-19"

Leave a comment

Your email address will not be published.