Durante l’epidemia da COVID-19, dovrebbe essere riservata particolare attenzione a donne in gravidanza?

Riassunto e traduzione dell’articolo: Jian Jiao. Under the epidemic situation of COVID-19, should special attention to pregnant women be given? Journal of medical virology

Riassunto e traduzione a cura di: Gianmarco Taraschi; Revisionato: Federica Fontanella

Articolo Originale Pubblicato il 17 Marzo 2020

Questo editoriale fornisce alcuni consigli e ipotesi riguardanti le problematiche relative all’infezione da SARS-CoV2 nel primo e secondo trimestre gravidanza, compreso il personale sanitario incinta.

Sorveglianza ravvicinata nel primo e secondo trimestre : Il primo ed il secondo trimestre di gravidanza costituiscono un periodo cruciale per l’organogenesi fetale e per il sistema immunitario materno. A questo stadio della gravidanza, le infezioni virali (rosolia, CMV, HSV) possono potenzialmente indurre complicanze gravi, e altre infezioni virali pandemiche (come la H1N1 del 2009 o la SARS del 2003) sono state già associate a un’elevata incidenza di complicanze materne e fetali (come aborto spontaneo, parto pretermine, ritardo di crescita intrauterino, intubazione tracheale, ricovero in terapia intensiva, insufficienza renale, e coagulazione intravascolare disseminata). Fino ad ora, non ci sono raccomandazioni circa la sorveglianza di routine durante il primo e il secondo trimestre. In ogni caso, gli autori di questo paper suggeriscono di ricercare l’infezione da COVID-19 e di continuare il follow up in maniera ravvicinata, da ora fino alla fine della pandemia per almeno un anno, e forse ancore oltre.

Gli operatori sanitari in gravidanza:  Purtroppo, più di 3000 operatori sanitari cinesi sono stati già colpiti da COVID-19. Non abbiamo dati sulla prevalenza e la proporzione di casi severi nelle donne in gravidanza. Durante la situazione epidemica attuale, molte madri in gravidanza sono ancora al lavoro, alcune nelle cliniche degli infetti e nei reparti di isolamento. Esse meritano un miglior supporto con test per COVID-19 di routine, riposo adeguato e una miglior sorveglianza.

Conclusioni: Studi limitati suggeriscono che l’infezione da COVID-19 non abbia un impatto specifico sul terzo trimestre di gravidanza, tuttavia il primo e il secondo trimestre di gravidanza meritano particolare e ravvicinata sorveglianza. Rilevazione diagnostica di routine e sorveglianza del COVID-19 in gravidanza dovrebbero essere considerate di cruciale importanza insieme agli studi clinici e la realizzazione dei vaccini per COVID-19 per le donne in gravidanza.

About the Author

AIRI CLIP
Siamo un gruppo di medici, biologi, e ricercatori. Scriviamo in associazione con AIRIcerca in capacità privata (non rappresentiamo le rispettive istituzioni!) nel tentativo di aiutare i medici italiani che stanno affrontando l’epidemia Covid19. Controlliamo costantemente la letteratura scientifica e forniamo brevi riassunti in italiano peer-reviewed (troverete per ogni riassunto il nome di chi lo ha scritto e chi lo ha revisionato). Per agevolare la ricerca delle informazioni, assegnamo delle parole-chiave ad ogni riassunto. Speriamo in questo modo di fornire una versione concisa e in italiano di quanto di nuovo ha da offrire la letteratura scientifica sull’epidemia.

Be the first to comment on "Durante l’epidemia da COVID-19, dovrebbe essere riservata particolare attenzione a donne in gravidanza?"

Leave a comment

Your email address will not be published.