Test veloci e portatili attualmente disponibili per frenare l’epidemia da coronavirus

Riassunto e traduzione dell’articolo: Cormac Sheridan. Fast, portable tests come online to curb coronavirus pandemic, Nature Biotechnology 2020.

Riassunto e traduzione a cura di: Rocco Stirparo; Revisionato: Bernadette Basilico

Articolo Originale Pubblicato il 23 Marzo 2020

L’articolo offre una panoramica sui test attualmente disponibili per la diagnosi molecolare di COVID-19 e per l’individuazione di anticorpi anti-SARS-Cov-2.

Finora, il test più utilizzato durante l`epidemia da SARS-CoV-2 è stata le PCR. I primi test di RT-PCR sviluppati per rilevare SARS-CoV2 sono stati progettati e distribuiti a gennaio dall’Organizzazione mondiale della sanità (OMS). Il protocollo da seguire è tuttavia complesso e costoso, principalmente pensato per grandi laboratori diagnostici. L’uso dei test a livello nazionale è stato rallentato da diversi fattori, come per esempio il tempo richiesto per completare il protocollo (4-6 ore) e la logistica necessaria per la spedizione dei campioni clinici e dei reagenti necessari. Malgrado alcuni difetti, la RT-PCR permette di testare molteplici campioni simultaneamente e rimane il test di prima scelta in molti laboratori.

I saggi immunologici possono fornire informazioni di tipo temporale riguardo l’esposizione al virus. Questi test sfruttano il riconoscimento anticorpo-antigene e possono essere impiagati in duplice modo: sia usando anticorpi monoclonali per rilevare gli antigeni virali nei campioni analizzati o, al contrario, usando antigeni virali clonati per identificare nei pazienti gli anticorpi prodotti in risposta al virus.

Tuttavia entrambi gli approcci, PCR e saggi immunologici, mostrano alcune limitazioni. I test basati su PCR sono estremamente precisi e possono essere sviluppati velocemente, ma sono complessi da svolgere (richiedono macchinari ed attrezzature specifiche) e richiedono tempo per ottenere dei risultati. Al contrario, i test immunologici sono meno precisi e richiedono tempi piú lunghi per sviluppare dei protocolli adeguati, ma sono facili da usare e forniscono risultati in 20-60 minuti.

Alcuni dei test in fase di sviluppo utilizzano la tecnologia CRISPR per confermare la presenza di RNA virale. Tuttavia, date le incertezze legate alla traiettoria della presente pandemia, non è chiaro se la tecnologia CRISPR fornirà un contributo importante agli sforzi globali per tenere traccia dei progressi di SARS-CoV-2.

Qui sotto, una tabella riassuntiva dei principali test disponibili in commercio:

La tabella proviene dall’articolo originale potrebbe subire aggiornamenti, si consiglia di verificare alla fonte se le informazioni sono aggiornate.

About the Author

AIRI CLIP
Siamo un gruppo di medici, biologi, e ricercatori. Scriviamo in associazione con AIRIcerca in capacità privata (non rappresentiamo le rispettive istituzioni!) nel tentativo di aiutare i medici italiani che stanno affrontando l’epidemia Covid19. Controlliamo costantemente la letteratura scientifica e forniamo brevi riassunti in italiano peer-reviewed (troverete per ogni riassunto il nome di chi lo ha scritto e chi lo ha revisionato). Per agevolare la ricerca delle informazioni, assegnamo delle parole-chiave ad ogni riassunto. Speriamo in questo modo di fornire una versione concisa e in italiano di quanto di nuovo ha da offrire la letteratura scientifica sull’epidemia.

Be the first to comment on "Test veloci e portatili attualmente disponibili per frenare l’epidemia da coronavirus"

Leave a comment

Your email address will not be published.