L’Agente Antivirale ad Ampio Spettro Niclosamide e il suo Potenziale Terapeutico

Riassunto e traduzione dell’articolo: Jimin Xu, et al, Broad Spectrum Antiviral Agent Niclosamide and Its Therapeutic Potential, ACS Infect. Dis.

Riassunto e traduzione a cura di: Alessandro Fracassi; Revisionato: Francesca Fontana

Articolo Originale Pubblicato il 3 Marzo 2020


Screening di farmaci approvati identificano l’antielmintico Nicosamide come candidato per  infezioni virali di SARS-CoV e MERS-CoV. Review di Xu et al sull’attività antivirale della niclosamide, con focus sul potenziale per il trattamento di COVID-19. 

La niclosamide è un farmaco in uso come antielmintico ed esercita il suo effetto antiparassitario inibendo la fosforilazione ossidativa e stimolando l’attività dell’adenosina trifosfatasi nei mitocondri. Negli ultimi anni, programmi di screening per la riqualificazione di farmaci in uso hanno identificato la niclosamide come un farmaco multifunzionale, potenzialmete adatto al trattamento di altre patologie.

In questa review, gli autori riprendono le evidenze pertinenti ad un possibile uso in COVID19.

In vitro, niclosamide é risultata in grado di inibire la replicazione di SARS-CoV e di abolire totalmente la sintesi degli antigeni virali riconosciuti da siero di pazienti ad una concentrazione di 1.56 μM  (3.12 μM per qRT-PCR, Wu et al NdR). Un altro studio confermerebbe la soppressione dell’effetto citopatico di SARS-CoV e l’inibizione della replicazione a dosi nel range micromolare. 

Per quanto riguarda il meccanismo d’azione, a differenza di altri composti come la 2-chloro-4-nitroanilide, la niclosamide non ha mostrato alcuna attività inibitoria evidente contro la proteasi SARS-CoV 3CL fino a 50 μM, indicando che il farmaco eserciti la sua attività anti-SARS attraverso un diverso meccanismo d’azione.

Nell’infezione da MERS-CoV, invece, Gassen et al mostrano come la niclosamide riattivi l’autofagia, stabilizzi beclin 1 e riduca l’infezione a dosi 10-100 volte inferiori. Tuttavia, poiché la niclosamide è un farmaco multifunzionale, non si può escludere la possibilità che l’attività anti-MERS sia indipendente dalla regolazione del complesso SKP2/Beclin1.

In base alle proprietà antivirali dimostrate in altri modelli, ed in particolare nei confronti dei beta-coronavirus SARS-CoV e MERS, gli autori ritengono che la niclosamide, un vecchio farmaco poco costoso e ben tollerato, potrebbe essere riutilizzato in applicazioni terapeutiche per la COVID-19, previa adeguata sperimentazione.

Bibliografia:

Wu CJ, Jan JT, Chen CM, Hsieh HP, Hwang DR, Liu HW, Liu CY, Huang HW, Chen SC, Hong CF, Lin RK, Chao YS, Hsu JT. Inhibition of severe acute respiratory syndrome coronavirus replication by niclosamide. Antimicrob Agents Chemother. 2004 Jul;48(7):2693-6.

Gassen NC, Niemeyer D, Muth D, Corman VM, Martinelli S, Gassen A, Hafner K, Papies J, Mösbauer K, Zellner A, Zannas AS, Herrmann A, Holsboer F, Brack-Werner R, Boshart M, Müller-Myhsok B, Drosten C, Müller MA, Rein T. SKP2 attenuates autophagy through Beclin1-ubiquitination and its inhibition reduces MERS-Coronavirus infection. Nat Commun. 2019 Dec 18;10(1):5770.


About the Author

AIRI CLIP
Siamo un gruppo di medici, biologi, e ricercatori. Scriviamo in associazione con AIRIcerca in capacità privata (non rappresentiamo le rispettive istituzioni!) nel tentativo di aiutare i medici italiani che stanno affrontando l’epidemia Covid19. Controlliamo costantemente la letteratura scientifica e forniamo brevi riassunti in italiano peer-reviewed (troverete per ogni riassunto il nome di chi lo ha scritto e chi lo ha revisionato). Per agevolare la ricerca delle informazioni, assegnamo delle parole-chiave ad ogni riassunto. Speriamo in questo modo di fornire una versione concisa e in italiano di quanto di nuovo ha da offrire la letteratura scientifica sull’epidemia.

Be the first to comment on "L’Agente Antivirale ad Ampio Spettro Niclosamide e il suo Potenziale Terapeutico"

Leave a comment

Your email address will not be published.