Efficacia Delle Misure Di Controllo Della Diffusione Del Covid19 Tramite Isolamento Dei Casi E Dei Contatti

Riassunto e traduzione dell’articolo: J. Hellewell, S. Abbott, A. Gimma, N. Bosse, C. Jarvis, T. Russell, J. Munday, A. Kucharski, J. Edmunds. Feasibility of controlling COVID-19 outbreaks by isolation of cases and contacts, Lancet Global Health

Riassunto e traduzione a cura di: Laura Fontanella; Revisionato: Elias Allara, Corrado Minetti

Articolo Originale Pubblicato il 28 Febbraio 2020

NOTA: fare riferimento all’articolo originale per ogni figura menzionata nel riassunto

In questo studio sono state esplorate le condizioni necessarie per un contenimento efficace di COVID-19 mediante isolamento e tracciamento dei contatti, utilizzando un modello matematico stocastico. Il risultato ha mostrato che con tasso di riproduzione del virus pari a 2.5, l’80% dei contatti deve essere rintracciato e isolato per ottenere il controllo del 90% dei focolai. Inoltre, la probabilità di controllo diminuisce all’aumentare del numero di casi iniziali e in caso di ritardo dell’insorgenza dei sintomi.

In questo paper si è utilizzato un modello matematico stocastico per caratterizzare le condizioni per un efficace contenimento del COVID-19 tramite isolamento e individuazione dei contatti.

Il successo di tali misure dipende principalmente da due parametri: 1) il numero di infezioni secondarie generate da ogni individuo e 2) la proporzione del contagio prima della comparsa dei sintomi. Tali misure risultano efficaci in contesti in cui la trasmissione avviene dopo la manifestazione dei sintomi (es. SARS), ma sono meno efficaci se l’infettività comincia prima della comparsa dei sintomi. Gli autori definiscono il focolaio “controllato” se vi è assenza di nuove infezioni dalle 12 alle 16 settimane dopo i casi iniziali.

Secondo il modello qui proposto, nel caso di un tasso netto di riproduzione (R0) pari a 2.5, per controllare il 90% dei focolai è necessario rintracciare e isolare l’80% dei contatti con i casi iniziali (Figura 3).  Con un tasso di riproduzione pari a 1.5 gli effetti dell’isolamento vengono combinati con la probabilità di estinzione per sovra-dispersione, quindi in tal caso alcuni focolai sono controllati anche quando i contatti individuati sono lo 0%. Con un tasso di riproduzione 3.5, invece, sarebbe necessario individuare oltre il 90% dei contatti.

Anche il numero di casi iniziali ha un forte impatto sulla probabilità di controllare il focolaio. Con 5 casi iniziali c’è il 50% di probabilità di controllare il focolaio in 3 mesi anche con una modesta percentuale di contatti rintracciati (Figura 4). La probabilità di controllo scende drasticamente con un maggior numero di casi iniziali: per esempio, con 40 casi iniziali anche tracciando l’80% dei contatti non si raggiunge l’80% del controllo in 3 mesi

Anche il ritardo tra la comparsa dei sintomi e l’isolamento gioca un ruolo fondamentale. Individuando l’80% dei contatti la probabilità di controllare l’epidemia è intorno al 31% nel caso di un lungo ritardo nella comparsa dei sintomi di 8.09 giorni (questo ritardo è una distribuzione empirica calcolata a partire dalla prima fase dell’epidemia di Covid19 in Wuhan https://www.nejm.org/doi/full/10.1056/NEJMoa2001316). Nel caso di un 10% di casi asintomatici, riuscendo a rintracciare l’80% dei contatti, solo il 37% dei focolai è controllato.

Il modello si basa su diverse assunzioni:

1. La trasmissione del virus avviene per contatto tra due individui (cioè la trasmissione tramite oggetti non è presa in considerazione).

2. Il 100% o il 90% dei casi manifesta dei sintomi.

3. La trasmissione del virus dopo l’isolamento (es. in ospedale) non è presa in considerazione.

4. La definizione di epidemia controllata è indipendente dal numero di focolai settimanali; quindi andrebbe modificata qualora l’obbiettivo fosse di mantenere il numero di contagi settimanali basso.

About the Author

AIRI CLIP
Siamo un gruppo di medici, biologi, e ricercatori. Scriviamo in associazione con AIRIcerca in capacità privata (non rappresentiamo le rispettive istituzioni!) nel tentativo di aiutare i medici italiani che stanno affrontando l’epidemia Covid19. Controlliamo costantemente la letteratura scientifica e forniamo brevi riassunti in italiano peer-reviewed (troverete per ogni riassunto il nome di chi lo ha scritto e chi lo ha revisionato). Per agevolare la ricerca delle informazioni, assegnamo delle parole-chiave ad ogni riassunto. Speriamo in questo modo di fornire una versione concisa e in italiano di quanto di nuovo ha da offrire la letteratura scientifica sull’epidemia.

Be the first to comment on "Efficacia Delle Misure Di Controllo Della Diffusione Del Covid19 Tramite Isolamento Dei Casi E Dei Contatti"

Leave a comment

Your email address will not be published.