Efficacia del trattamento con Tocilizumab in pazienti con COVID-19 grave

Riassunto e traduzione dell’articolo: Xu, Xiaoling,Han, Mingfeng,Li, Tiantian,Sun, Wei,Wang, Dongsheng,Fu, Binqing,Zhou, Yonggang,Zheng, Xiaohu,Yang, Yun,Li, Xiuyong,Zhang, Xiaohua,Pan, Aijun,Wei, Haiming.(2020). Effective Treatment of Severe COVID-19 Patients with Tocilizumab, ChinaXiv

Riassunto e traduzione a cura di: Stefania Principe; Revisionato: Giulia Grasso

Articolo Originale Pubblicato il 5 marzo 2020

Studio retrospettivo che valuta l’efficacia del Tocilizumab in pazienti con forma grave di COVID-19. Sono stati tenuti in considerazione: miglioramento clinico, miglioramento radiologico, riduzione del fabbisogno di ossigeno e miglioramento agli esami ematochimici.Tocilizumab si è dimostrato migliorare i suddetti outcome in pazienti con forme severe di COVID-19.

Nella malattia da COVID-19, similmente a SARS e MERS, si verifica una massiva attivazione di citochine, per cui si riscontrano nel plasma elevati livelli di IL-6, IL-2, IL-7, IL-10, fattori stimolanti la crescita dei granulociti (G-CSF), proteina indotta da interferon-γ (IP10),  proteine chemiotattiche dei monociti (MCP1), proteina 1 alpha  dei macrofagi infiammatori (MIP1A) e TNF-α. Questo spesso si correla alla gravità della patologia e alla severità della prognosi. In particolare IL-6 e GM-CSF sono le citochine maggiormente implicate nell’attivazione di una cascata infiammatoria che comporta un incremento dell’alterazione degli scambi gassosi attraverso la membrana alveolo-capillare, arrivando persino a determinare fibrosi polmonare e insufficienza d’organo. Per questo, in questo studio retrospettivo è stato utilizzato il Tocilizumab (farmaco già usato nell’artrite reumatoide, inibitore di IL-6R) nel trattamento di pazienti con COVID-19 grave e in pazienti critici allo scopo di valutare se IL-6 possa avere un ruolo centrale nella patogenesi e il Tocilizumab possa effettivamente essere usato come opzione terapeutica.

Metodi:

Trattamento: 21 pazienti sintomatici ( iperpiressia, tosse secca, dispnea ) e con grave malattia da COVID-19 furono trattati con Tocilizumab (Roche Pharma (Schweiz) Ltd, B2084B21) dal 5 al 14 febbraio 2020. Il farmaco è stato somministrato alla posologia di 400 mg ev una volta, in aggiunta al protocollo terapeutico del Novel Coronavirus Pneumonia (6th interim edition)

Test IL-6: il dosaggio dell’IL-6 è stato misurato tramite metodo di luminescenza elettrochimica (Roche Diagnostics GmbH) o analisi FACS considerando come valore normale una concentrazione inferiore a 7 pg/ml.

Risultati:

In 15 su 20 pazienti  (75.0%) è stato ridotto il fabbisogno di ossigeno, per un paziente non si è resa più necessaria l’ossigenoterapia. In 19 pazienti (90.5%) anche miglioramenti alla TC, con una riduzione visibile delle opacità polmonari. La percentuale di linfociti che per l’ 85.0% dei pazienti (17/20) si era ridotta prima del trattamento, è tornata alla normalità in 52.6% pazienti (10/19) dopo il 5 giorno di trattamento. Anche il livelli di PCR si sono significativamente ridotti nel 84.2% dei pazienti (16/19). Anche la febbre in pochi giorni si è normalizzata con concomitante miglioramento dei sintomi.  Non sono stati riportati conseguenti infezioni polmonari, né peggioramento della malattia, né morte. Durante il trattamento, non si sono verificate reazioni avverse.

Tocilizumab si è dunque dimostrato migliorare le condizioni cliniche e le complicanze di pazienti con forme severe di COVID-19. Potrebbe essere pertanto considerato come una nuova strategia terapeutica per questa fatale patologia. Per confermare queste conclusioni, sono tuttavia necessari studi clinici randomizzati e studi che approfondiscano il meccanismo di azione dell’IL-6 nel COVID-19.

About the Author

AIRI CLIP
Siamo un gruppo di medici, biologi, e ricercatori. Scriviamo in associazione con AIRIcerca in capacità privata (non rappresentiamo le rispettive istituzioni!) nel tentativo di aiutare i medici italiani che stanno affrontando l’epidemia Covid19. Controlliamo costantemente la letteratura scientifica e forniamo brevi riassunti in italiano peer-reviewed (troverete per ogni riassunto il nome di chi lo ha scritto e chi lo ha revisionato). Per agevolare la ricerca delle informazioni, assegnamo delle parole-chiave ad ogni riassunto. Speriamo in questo modo di fornire una versione concisa e in italiano di quanto di nuovo ha da offrire la letteratura scientifica sull’epidemia.

Be the first to comment on "Efficacia del trattamento con Tocilizumab in pazienti con COVID-19 grave"

Leave a comment

Your email address will not be published.