Caratteristiche cliniche e TC in pazienti pediatrici con COVID ‐ 19: differenze dagli adulti


Riassunto e traduzione dell’articolo: W. Xia, J. Shao, Y. Guo, X. Peng, R. Li, D. Hu., Clinical and CT features in pediatric patients with COVID‐19 infection: Different points from adults, Pediatric Pulmonology.

Riassunto e traduzione a cura di: Anna Bertolini; Revisionato: Francesca Bardi

Articolo Originale Pubblicato il 5 Marzo2020

Da uno studio su 20 pazienti pediatrici ricoverati e positivi al SARS-CoV-2 emerge che le manifestazioni cliniche e le immagini TC più frequenti sono simili a quelle dei pazienti adulti. I casi erano lievi e la prognosi era buona. Le co-infezioni erano frequenti, così come le patologie pregresse. In questo studio, l’80% dei bambini presentava elevazioni della procalcitonina, non comuni negli adulti con COVID-19.

Obiettivo

Caratterizzare la presentazione clinica, i risultati degli esami di laboratorio e le immagini TC di pazienti in età pediatrica ricoverati e positivi al SARS-CoV-2.

Metodi

Studio retrospettivo di 20 pazienti in età pediatrica positivi al SARS-CoV-2 ricoverati dal 23 gennaio all’8 febbraio 2020 all’ospedale pediatrico di Wuhan, Cina. I dati collezionati includono dati demografici, clinici, esami di laboratorio e immagini TC del torace.

Risultati

Dati demografici: Su 20 pazienti, 13/20 (65%) erano di sesso maschile. L’età dei pazienti era compresa fra gli 0 e i 15 anni (9 pazienti 0-1 anno, 8 pazienti 1-6 anni, 3 pazienti >6 anni).

Coinfezione: 9/20 pazienti avevano coinfezioni: mycoplasma (4/20), influenzavirus B (2/20), influenzavirus A (1/20), citomegalovirus (1/20), virus respiratorio sinciziale umano (1/20).

Precedenti clinici: 2/20 pazienti erano stati in precedenza sottoposti alla correzione chirurgica del difetto del setto atriale e 1/20 soffriva di epilessia come sequela di precedente encefalite virale.

Sintomi: febbre (60%), tosse (65%), diarrea (15%), rinorrea (15), vomito (10%), tachipnea (10%), faringite (5%), astenia (5%).

Segni clinici: rantoli (15%), retrazioni intercostali (5%), cianosi (5%)

Esami di laboratorio: livelli plasmatici di procalcitonina elevati nell’80% dei casi. Conta leucocitaria nella norma nel 70%, elevata nel 20% e ridotta nel 10% dei casi. Proteina C reattiva (PCR) aumentata nel 35% dei casi.

Immagini TAC: lesioni subpleuriche con infiltrazioni infiammatorie localizzate sono state osservate in tutti i 20 pazienti. 10/20 pazienti presentavano lesioni bilaterali, 6/20 lesioni unilaterali, e 4/20 nessuna lesione. Consolidamenti con aloni ipoecogenici periferici sono stati osservati in 10/20 pazienti (50%) e opacità a ‘vetro smerigliato’ in 12/20 pazienti. Le immagini TAC non hanno mostrato segni di versamento pleurico o linfoadenopatia.

Prognosi: 18/20 pazienti sono guariti e dimessi dopo una degenza media di 13 giorni (8-20 giorni). 2/20 pazienti, entrambi neonati asintomatici senza alterazioni in TAC, erano ancora sotto osservazione a causa di restante positività al SARS-CoV-2.

Conclusioni

In questo studio, le manifestazioni cliniche nei pazienti in età pediatrica erano simili a quelle dei pazienti adulti (i sintomi più comuni erano febbre e tosse) e relativamente lievi. La prognosi era buona e la durata media della degenza era di 13 giorni. I bambini con condizioni sottostanti potrebbero essere più sensibili all’infezione da SARS-CoV-2: 3 dei 20 pazienti avevano patologie congenite o acquisite in precedenza. Il 40% dei bambini presentava coinfezione.

In questo studio, l’80% dei bambini presentava elevazioni della procalcitonina (PCT), un marker di infezione batterica, non comuni in genere negli adulti con COVID-19.

Le immagini della TAC toracica nei bambini (lesioni subpleuriche e consolidamenti con aloni ipoecogenici periferici) erano simili a quelli degli adulti e la maggior parte erano casi lievi. Siccome la maggior parte dei pazienti pediatrici sono casi lievi, la radiografia del torace potrebbe risultare in mancate diagnosi. Con alti tassi di coinfezione, però, le immagini TAC caratteristiche di diversi agenti patogeni si possono sovrapporre alla polmonite COVID-19, quindi è necessario combinare esami eziologici.

About the Author

AIRI CLIP
Siamo un gruppo di medici, biologi, e ricercatori. Scriviamo in associazione con AIRIcerca in capacità privata (non rappresentiamo le rispettive istituzioni!) nel tentativo di aiutare i medici italiani che stanno affrontando l’epidemia Covid19. Controlliamo costantemente la letteratura scientifica e forniamo brevi riassunti in italiano peer-reviewed (troverete per ogni riassunto il nome di chi lo ha scritto e chi lo ha revisionato). Per agevolare la ricerca delle informazioni, assegnamo delle parole-chiave ad ogni riassunto. Speriamo in questo modo di fornire una versione concisa e in italiano di quanto di nuovo ha da offrire la letteratura scientifica sull’epidemia.

Be the first to comment on "Caratteristiche cliniche e TC in pazienti pediatrici con COVID ‐ 19: differenze dagli adulti"

Leave a comment

Your email address will not be published.