Trend Epidemico Di COVID-19 Nella Cina Continentale

Riassunto e traduzione dell’articolo: Zhu ZB, Zhong CK, Zhang KX, Dong C, Peng H, Xu T, Wang AL, Guo ZR, Zhang YH. Epidemic trend of corona virus disease 2019 (COVID-19) in mainland China. Zhonghua Yu Fang Yi Xue Za Zhi. 2020 Mar 3;54(0):E022. [Articolo in Cinese], 3 marzo 2020.

Traduzione dal cinese all’inglese: Xiang-Ning Li; Riassunto e traduzione a cura di: Silvia Mercurio; Revisionato: Corrado Minetti

Articolo Originale Pubblicato il 3 Marzo 2020

Questo lavoro descrive il trend epidemico e l’incidenza dei casi di COVID-19 nella Cina continentale, e in particolare nello Hubei e a Wuhan, nel periodo dal 16 Gennaio al 14 Febbraio.

Nel Dicembre 2019 la nuova polmonite da coronavirus, COViD-19, è apparsa per la prima volta a Wuhan, nella provincia di Hubei. e si è poi diffusa in tutta la Cina. Dal 23 gennaio a Wuhan è stato annunciato il lockdown, con la sospensione di tutti i trasporti. Successivamente, altre province e regioni hanno seguito l’esempio e hanno adottato misure molto stringenti per combattere l’epidemia. In questo lavoro, gli autori hanno analizzato le dinamiche epidemiche nella Cina continentale, nella provincia di Hubei e nella città di Wuhan dal 16 Gennaio al 14 Febbraio 2020 per determinare l’efficacia delle misure di contenimento.

Lo studio si è basato sui dati pubblicati giornalmente in Cina a partire dal 16 gennaio, e sono stati considerati solo i casi positivi per la presenza dell’acido nucleico virale. Per valutare la tendenza epidemica è stato usato un ciclo di 5 giorni. Il tasso di incidenza è stato calcolato come il numero dei nuovi casi nel ciclo considerato diviso per il numero dei casi del ciclo precedente. Il tasso di crescita di ciascun ciclo è stato ottenuto come la differenza tra il numero di nuovi casi nel ciclo considerato e quelli del ciclo precedente diviso per il numero dei nuovi casi confermati nel ciclo precedente.

In totale, 50031 casi di polmonite da coronavirus sono stati diagnosticati tra 16 Gennaio e il 14 Febbraio in Cina. Il 76% di questi si è concentrato nella provincia di Hubei (37930 casi). A Wuhan il numero di nuovi casi è stato di 22883, il 46% di tutti i casi riportati in Cina e il 60% di quelli di Hubei.

Tra il 16 e il 20 gennaio la maggioranza dei nuovi casi sono stati registrati nella provincia di Hubei, con 229 dei 234 nuovi casi in Hubei, e di questi 217 a Wuhan. Successivamente, dal 21 al 25 Gennaio, c’è stato un incremento graduale nel numero dei casi. Al di fuori di Hubei, il picco è stato raggiunto tra il 31 Gennaio e 4 Febbraio. Una settimana dopo, il numero di nuovi casi ha raggiunto i valori massimi in tutta la Cina continentale (15954), nella provincia di Hubei (13040) e a Wuhan (8552). Ovunque la crescita più rapida è stata osservata tra il 26 e il 30 Gennaio, suggerendo che il lockdown di Wuhan ha svolto un ruolo importante nella riduzione dei contagi. Tra il 10 e il 14 Febbraio, infine, il numero dei casi ha iniziato a diminuire significativamente in tutte le aree considerate (30% in meno a Wuhan e 37% in Hubei). Questi risultati mostrano come le misure adottate sono state efficaci nel controllo dell’epidemia: l’identificazione tempestiva dei soggetti infetti ed efficienti quarantene sono da considerarsi le principali misure di controllo e prevenzione.

Lo studio ha le seguenti limitazioni. La tendenza epidemica potrebbe essere stata influenzata dall’uso dei soli casi positivi per l’acido nucleico virale, dato che sono stati esclusi tutti i nuovi casi che dal 12 Febbraio 2020 sono stati diagnosticati clinicamente in Hubei. Inoltre, la diagnosi è probabilmente avvenuta 5 giorni più tardi dell’inizio della malattia, perciò il trend potrebbe dover essere spostato di una settimana.

About the Author

AIRI CLIP
Siamo un gruppo di medici, biologi, e ricercatori. Scriviamo in associazione con AIRIcerca in capacità privata (non rappresentiamo le rispettive istituzioni!) nel tentativo di aiutare i medici italiani che stanno affrontando l’epidemia Covid19. Controlliamo costantemente la letteratura scientifica e forniamo brevi riassunti in italiano peer-reviewed (troverete per ogni riassunto il nome di chi lo ha scritto e chi lo ha revisionato). Per agevolare la ricerca delle informazioni, assegnamo delle parole-chiave ad ogni riassunto. Speriamo in questo modo di fornire una versione concisa e in italiano di quanto di nuovo ha da offrire la letteratura scientifica sull’epidemia.

Be the first to comment on "Trend Epidemico Di COVID-19 Nella Cina Continentale"

Leave a comment

Your email address will not be published.