Confronto Fra La Sopravvivenza Di Sars-Cov-2 E Sars-Cov-1 Su Superfici Inanimate E Aerosol

Riassunto e Traduzione dell’Articolo: Van Doremalen, Bushmaker, Morris, Holbrook, Gamble, Williamson, Tamin, Harcourt, Thornburg, Gerber, Lloyd-Smith, de Wit, Munster: Aerosol and surface stability of HCoV-19 (SARS-CoV-2) compared to SARS-CoV-1. MedRxiv. This article is a preprint and has not been peer-reviewed.

Riassunto a cura di: Silvia Mercurio; Revisionato Corrado Minetti

Articolo Originale Pubblicato il 13 Marzo 2020

In questo studio è stata determinata la sopravvivenza del virus SARS-CoV-2 su varie superfici inanimate e in aerosol e i risultati confrontati con quelli ottenuti con il virus SARS-CoV-1. I due virus hanno mostrato parametri paragonabili, con SARS-CoV-2  vitale (infettivo) fino a 3 ore in aerosol, 4 ore su rame, 3 giorni su plastica e acciaio inossidabile, ma solo 24 ore su cartone.

In questo lavoro è stata determinata la sopravvivenza del virus SARS-CoV-2 su varie superfici e in aerosol e i risultati confrontati con quelli ottenuti con il virus SARS-CoV-1.

Per la sopravvivenza dei due virus in aerosol, la sospensione virale è stata nebulizzata in una camera di nebulizzazione (umidità relativa 65% e temperatura di 21-23°C) e l’aerosol (<5µm) generato è stato campionato a intervalli regolari fino a 3 ore post-nebulizzazione. Per la sopravvivenza su superfici (umidità relativa 40% e temperatura di 21-23°C), 50 microlitri di sospensione virale sono stati applicati su plastica (polipropilene), acciaio, rame (99.9%) e cartone a intervalli prestabiliti. La sopravvivenza dei virus recuperati da aerosol e dalle superfici è stata poi testata in cellule Vero. Tutti i test sono stati condotti in triplicato. Il tasso di decadimento e il tempo di emivita virale sono stati determinato mediante il modello di regressione Bayesiano.

I risultati hanno mostrato che:

  • In aerosol SARS-CoV-2 rimane vitale fino a 3 ore, con una riduzione del titolo in da 105.25 TCID50/mL (inoculo iniziale) a 103.5-102.7 TCID50/mL a 3 ore post-nebulizzazione, valore comparabile con SARS-CoV-1.
  • Su plastica e acciaio inossidabile SARS-CoV-2 rimane vitale fino a 72 ore dopo l’inoculo. Nonostante ciò, si è osservata una drastica riduzione del titolo virale da 103.7 a 100.6 TCID50/mL (su plastica a 72 ore; su acciaio già a 48 ore). SARS-CoV-1 ha mostrato una cinetica del tutto simile.
  • Su rame (99.9%) il virus non è stato trovato vitale dopo 4 ore (8 ore per SARS-CoV-1).
  • Su cartone il virus non è stato trovato vitale dopo 24 ore (8 ore per SARS-CoV-1).

Sulla base delle analisi condotte, non ci sono differenze significative nell’ emivita dei due virus in aerosol e sui diversi materiali (ad eccezione del cartone, i cui dati vanno considerati con cautela per questioni metodologiche). In particolare l’emivita mediana (con intervallo di confidenza al 95%, intervallo quantile 2.5%-97.5%) stimata per SARS-CoV-2 sarebbe:

  • in aerosol: 2.74 ore (1.65-7.24);
  • acciaio: 13.1 ore (10.5-16.1);
  • plastica: 15.9 ore (13-19.2).
  • rame: 3.4 ore (2.44-5.11);
  • (su cartone: 8.45 ore (5.95-12.4))

Sulla base dei risultati ottenuti, appare molto improbabile che la maggiore diffusione di SARS-CoV-2 rispetto a SARS-CoV-1 sia dovuta a una maggiore disponibilità e sopravvivenza nell’ambiente. Al contrario, ci sono diversi fattori che potrebbero incidere sulle differenze epidemiologiche tra i due virus: trasmissione del virus da parte di persone asintomatiche o che non hanno ancora sviluppato i sintomi (riducendo l’efficacia delle misure di quarantena e controllo dei contatti adottate con maggiore successo per SARS-CoV-1), quantità di virus necessaria a indurre l’infezione, la stabilità virale nel muco e fattori ambientali come temperatura e umidità.

In generale, i dati indicano che la trasmissione di SARS-CoV-2 tramite aerosol e fomiti è plausibile in quanto il virus può rimane vitale per diverse ore in aerosol e diversi giorni sulle superfici.

About the Author

AIRI CLIP
Siamo un gruppo di medici, biologi, e ricercatori. Scriviamo in associazione con AIRIcerca in capacità privata (non rappresentiamo le rispettive istituzioni!) nel tentativo di aiutare i medici italiani che stanno affrontando l’epidemia Covid19. Controlliamo costantemente la letteratura scientifica e forniamo brevi riassunti in italiano peer-reviewed (troverete per ogni riassunto il nome di chi lo ha scritto e chi lo ha revisionato). Per agevolare la ricerca delle informazioni, assegnamo delle parole-chiave ad ogni riassunto. Speriamo in questo modo di fornire una versione concisa e in italiano di quanto di nuovo ha da offrire la letteratura scientifica sull’epidemia.

Be the first to comment on "Confronto Fra La Sopravvivenza Di Sars-Cov-2 E Sars-Cov-1 Su Superfici Inanimate E Aerosol"

Leave a comment

Your email address will not be published.