Datare l’Antropocene con la caratterizzazione degli inquinanti dei sedimenti

https://pubs.acs.org/doi/abs/10.1021/acs.est.7b03357

Grazie alla spettrometria di massa ad alta risoluzione è stata caratterizzata la contaminazione chimica, risalente ai cento anni precedenti, di due laghi europei. Per la ricerca, pubblicata su Environmental Science &Technology, sono stati prelevati profili di 1 m di sedimento e le analisi hanno mostrato oltre 13000 profili di sostanze di origine antropica, con ben pochi contaminanti di sintesi prima del 1950. Il decennio del 1950, anche grazie ad analisi statistiche dei dati, si è rivelato essere l’inizio degli impatti antropici su vasta scala, concordemente con il boom delle attività industriali del periodo post-bellico. Come ulteriore prova che la metodica è in grado di individuare pattern temporali di contaminazione, i ricercatori hanno identificato la presenza del pesticida imazalil, probabilmente originatosi nella frutta d’importazione. Per saperne di più leggi Science Daily.
 



 

Be the first to comment on "Datare l’Antropocene con la caratterizzazione degli inquinanti dei sedimenti"

Leave a comment

Your email address will not be published.