Raggi cosmici energetici extragalattici

I dati raccolti dall’Osservatorio Pierre Auger, posto in Argentina e della cui collaborazione fanno parte per l’Italia anche INAF e INFN, hanno dimostrato che i raggi cosmici con energia di 2 Joule provengono da sorgenti poste al di fuori della Via Lattea.
L’Osservatorio Pierre Auger sfrutta la luce Cherenkov prodotta dall’interazione delle particelle ed ha 1600 rilevatori disseminati su un’area di 3000 km quadrati.
Solo così è stato possibile conteggiare abbastanza eventi tanto improbabili (un evento per chilometro quadrato all’anno) e pubblicare i risultati su Science.
Il prossimo passo sarà quello di monitorare le particelle da 5 Joule che, grazie alla loro energia, non vengono deviate dal campo magnetico galattico e saranno quindi in grado di dirci anche l’esatta provenienza.


Be the first to comment on "Raggi cosmici energetici extragalattici"

Leave a comment

Your email address will not be published.