Muoni per stuidare il morbo di Alzheimer

Un gruppo di Leiden ha utilizzato lo spin dei muoni per per esaminare le proprietà magnetiche del nucleo della ferritina, possibilmente implicata nel morbo di Alzheimer. Analizzando le ferritine isolate in cervelli malati e in individui sani, hanno scoperto che  le ferritine di controllo sano sono riempite con un minerale compatibile con la ferridrite, mentre le ferritine provenienti da pazienti malati contengono una fase cristallina con un’anisotropia magnetocristallina più grande, eventualmente compatibile con magnetite o maghemite. Questa ricerca pone le basi per altri studi medici effettuati con muoni.
 


Be the first to comment on "Muoni per stuidare il morbo di Alzheimer"

Leave a comment

Your email address will not be published.