Mappe sull’anticipo della primavera

Notizia pubblicata il 24 Marzo 2017
L’USGS (US Geological Service) ha pubblicato un rapporto e una serie di mappe (i cui dati sono disponibili) che mostrano quanto prima del previsto si siano manifestati i segni della primavera. Le mappe sono state disegnate in modo scientifico dall’NPN, il National Phenology Network e mostrano che in alcune zone la primavera è arrivata anche 3 settimane in anticipo, a causa dei cambiamenti climatici. L’anticipo della primavera può avere ripercussioni sulla salute umana, influenzando la durata delle allergie e rendendo più attive zanzare e zecche, e sull’economia, influenzando i raccolti sia attraverso tempi meterologici non consoni che l’impollinazione. Per costruire le mappe sono stati utilizzati i cosiddetti “indici di primavera” basati su osservazioni su quando il caldo è stato sufficiente a far comparire i primi germogli e la prima fioritura nei lillà e nei caprifogli. Per saperne di più leggi the Guardian.
 



 
 

Be the first to comment on "Mappe sull’anticipo della primavera"

Leave a comment

Your email address will not be published.