Orzo: sequenziato il genoma del cereale della birra

L’orzo (Hordeum vulgare L.) è uno dei più importanti cereali coltivati dall’uomo, domesticato più di 10.000 anni fa e utilizzato come alimento, mangime, e per la produzione di birra e di altre bevande (whisky in primis).
Fino ad oggi la comunità scientifica ha avuto a disposizione solo delle sequenze parziali, o draft, incomplete e spesso contenenti errori di annotazione, dovute alla grande complessità del genoma di orzo, che è grande circa il doppio del genoma umano, ed è composto per oltre l’80% da elementi ripetuti, caratteristiche che ne hanno reso il sequenziamento una vera e propria impresa.
L’International Barley Genome Sequencing Consortium ha lavorato per oltre dieci anni a questo progetto, coinvolgendo 77 ricercatori sparsi per tutto il mondo, e si è concluso con la pubblicazione dei risultati su Nature.
Il sequenziamento è stato effettuato con shotgun Illumina sequencing, optical mapping e chromosome-scale scaffolding (Hi-C), e oltre 39000 geni sono stati successivamente annotati.
Leggi la notizia sul blog The Global Plant Council


Be the first to comment on "Orzo: sequenziato il genoma del cereale della birra"

Leave a comment

Your email address will not be published.