Meno specie di uccelli nelle città

Un articolo pubblicato su Ecology letters afferma che ambienti altamente urbanizzati ospitano molte meno storia dell’evoluzione degli uccelli delle aree naturali. I ricercatori hanno utilizzato dati sull’abbondanza di oltre 1000 specie di uccelli in 27 zone del mondo e confrontate con la completa filogenesi aviaria, hanno riscontrato che le aree alatamente urbanizzate hanno supportato da 100 a 800 milioni in meno di storia evolutiva che le aree naturali circostanti. Gli uccelli di alcune famiglie, come corvi, piccioni  e fringuelli sono riusciti a sfruttare gli ambienti urbanizati dove hanno prosperato, confermando l’idea che esiste un’omogenizzazione delle specie negli ambienti antropizzati.


Be the first to comment on "Meno specie di uccelli nelle città"

Leave a comment

Your email address will not be published.