Artemisia transgenica per combattere la malaria

Un gruppo di ricercatori del CRAG (Centre for Research in Agricultural Genomics) di Barcellona (Spagna) con il supporto di colleghi cinesi e svedesi, ha prodotto delle linee transgeniche di Artemisia annua con un contenuto di artemisina doppio rispetto alle piante non modificate.
L’artemisina è un principio attivo alla base della maggior parte dei trattamenti antimalarici, usati ogni anno da oltre 300 milioni di persone. La sua scoperta come farmaco antimalarico è valsa il premio Nobel per la Medicina del 2015 alla farmacista cinese Tu Youyou.  Quasi tutta l’artemisina viene prodotta per estrazione dalle piante di A. annua, ma il basso contenuto di questa molecola nella pianta rende i farmaci a base di artemisina molto costosi, soprattutto per le popolazioni a basso reddito.
L’aumento del contenuto di artemisina, ottenuto grazie alla sovraespressione del fattore di trascrizione AaMYB1, potrebbe aiutare a ridurre il costo di questi farmaci. La ricerca è stata pubblicata su The Plant Journal. Per approfondire leggi il comunicato stampa.


Be the first to comment on "Artemisia transgenica per combattere la malaria"

Leave a comment

Your email address will not be published.