Come nascono ( e muoiono) le catene montuose

Questo video del canale TheGeoModels mostra come placche in cui è divisa la litosfera collidono, creano catene montuose e poi vengono smantellate dall’erosione a causa degli agenti atmosferici. Il modello rappresenta la formazione di un tratto della catena delle Alpi di 150 km di lunghezza e 50 km di profondità e può essere esemplificativo dei fenomeni alla base di altri rilievi come i Pirenei.

Il modellino è costituito da due elementi rigidi (che rappresentano le placche di litosfera continentale) separate da materiali meno coerenti (la litosfera oceanica ed i sedimenti che la ricoprono). I due tipi di litosfera hanno diversa composizione chimica e densità, questo ultimo parametro a determinare il movimento delle placche quando collidono tra di loro, ovvero quando si muovono nella stessa direzione creando un margine di placche convergenti.

Con l’inizio della collisione tra la litosfera continentale diversi punti superficiali dello strato di litosfera oceanica e sedimenti si deformano e vengono ricoperti dal loro stesso ripiegamento. Questo determina un cambiamento nelle condizioni di pressione e temperatura nel quale si trovano le rocce che si devono adattare riequilibrando la loro struttura interna con un processo chiamato metamorfismo. Una delle due placche di litosfera continentale si solleva leggermente sopra l’altra placca determinando un aumento di spessore della litosfera in quel punto. La catena montuosa si innalza e viene esposta agli agenti atmosferici responsabili dell’erosione. In questo modo gli affioramenti di rocce più superficiali verranno erosi ed i sedimenti che ne derivano si depositano ai lati della catena montuosa.

Be the first to comment on "Come nascono ( e muoiono) le catene montuose"

Leave a comment

Your email address will not be published.