I cambiamenti climatici condizionano le tartarughe

In una ricerca pubblicata su Proceedings of the Royal Society B: Biological Sciences, sono stati utilizzati modelli climatici e dati sui ritrovamenti fossili delle tartarughe da periodi più caldi, per capire come le tartarughe, sia terrestri che marine, si adattano ai cambiamenti climatici. Sono stati confrontati i dati del tardo Cretaceo con quelli di un periodo precedente più caldo. I risultati hanno mostrato che la temperatura è il principale driver per la distribuzione delle specie, e che durante i periodi più caldi le tartarughe hanno vissuto nelle zone tropicali finchè c’era abbastanza acqua per sostenere le specie che vivevano in fiumi e mari. Tuttavia la velocità dell’innalzamento delle temperature attuale pone dei problemi di acclimatamento e adatamento per le tartarughe. Per saperne di più leggi Science Daily.



 

Be the first to comment on "I cambiamenti climatici condizionano le tartarughe"

Leave a comment

Your email address will not be published.