La terapia anti-cancro prende in prestito i farmaci contro l’aterosclerosi

Le cellule del cancro hanno una capacità naturale di eludere i meccanismi di risposta immunitaria, in particolare quelli basati sull’attivazione dei linfociti T citotossici CD8+. In uno studio pubblicato su Nature è stato dimostrato che modulando il metabolismo degli steroli, i precursori del colesterolo, è possibile attivare i linfociti citotossici CD8+. Gli autori hanno usato dei farmaci comunemente usati nel trattamento dell’aterosclerosi insieme ad altri farmaci immuno-modulatori  in un modello animale di melanoma.  I risultati hanno dimostrato che la combinazione di farmaci ha effetti migliori del regime monoterapico. Leggi l’editoriale su Nature News and Views.



 

Be the first to comment on "La terapia anti-cancro prende in prestito i farmaci contro l’aterosclerosi"

Leave a comment

Your email address will not be published.