Mappe di sensibilità climatica

Utilizzando informazioni raccolte da satellite dal 2000 al 2013, un articolo appena pubblicato su Nature mostra delle mappe in cui viene misurata la sensibilità di diversi ecosistemi alle variabilità climatiche. Per produrre le mappe, i ricercatori hanno identificato quelle variabili come temperatura, disponibilità di acqua e nuvolosità importanti nel controllare la produttività vegetazionale su base mensile; successivamente hanno confrontato la variabilità della produttività ecosistemica con la variabilità delle variabili climatiche. Hanno poi sviluppato un nuovo indice chiamato VSI vegetation sensitivity index, che identifica le aree sensibili alle variazioni climatiche. La Terra è stata quindi mappata con una griglia di 3.2 Km2 rappresentando gli ecosistemi con colori che vanno dal verde, per le aree poco sensibili, al rosso per le aree molto sensibili. Le regioni montane e le foreste pluviali risultano particolarmente suscettibili ai cambiamenti climatici. Per saperne di più leggi Science Alert.



 

Be the first to comment on "Mappe di sensibilità climatica"

Leave a comment

Your email address will not be published.