Scoperta una barriera per difendere le cellule staminali nervose dall’invecchiamento

Uno dei dogmi della biologia è che la divisione cellulare delle cellule staminali avviene in modo asimmetrico, generando una cellula figlia capace di maturare e svolgere funzioni specializzate e lasciando all’altra le caratteristiche della staminalità. Uno studio pubblicato su Science mostra che le cellule staminali presenti nel cervello del topo adulto dispongono di una barriera fisica nella membrana del reticolo endoplasmico che permette di attuare una segregazione asimmetrica delle componenti cellulari tra le due cellule figlie. Questa segregazione asimmetrica riguarda anche le proteine danneggiate dall’invecchiamento, che vengono ereditate principalmente dalla cellula figlia destinata a maturare, lasciando “giovane e sana” quella che rimane staminale. I ricercatori hanno anche osservato che il funzionamento di questa barriera è meno efficace nelle cellule staminali del cervello adulto, facendo si che le proteine danneggiate vengano tramandate anche alla cellula staminale figlia e contribuendo all’invecchiamento del cervello. Per saperne di più leggi la notizia su Science Daily.


Be the first to comment on "Scoperta una barriera per difendere le cellule staminali nervose dall’invecchiamento"

Leave a comment

Your email address will not be published.