Una nuova strategia per combattere l’antibiotico-resistenza

In uno studio pubblicato sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences (PNAS) un gruppo di ricercatori descrive l’utilizzo dei batteriofagi, cioè una classe di virus che infetta esclusivamente i batteri, per sensibilizzare ceppi batterici resistenti agli antibiotici. I batteriofagi sono in grado di “iniettare” materiale genetico nei batteri che infettano e questa proprietà può essere sfruttata per modificare il DNA dei batteri in modo da eliminare la resistenza a certi antibiotici e contemporaneamente conferire resistenza all’infezione da batteriofago solo ai batteri che diventano sensibili agli antibiotici, promuovendo una selezione dei ceppi meno pericolosi. I ricercatori sperano di poter utilizzare i batteriofagi negli ambienti soggetti alla diffusione di antibiotico-resistenza, come gli ospedali, per favorire la loro sostituzione con antibiotici sensibili. Per saperne di più leggi la notizia su Science Daily.



 

Be the first to comment on "Una nuova strategia per combattere l’antibiotico-resistenza"

Leave a comment

Your email address will not be published.