Il definitivo addio ai combustibili fossili potrebbe arrivare grazie ad una batteria

Uno dei più grandi freni all’utilizzo di energie rinnovabili (pannelli fotovoltaici, eolico, etc.) come principali ed uniche fonti di energia sta nella continuità della produzione. La grande quantità di corrente elettrica prodotta da queste fonti non può essere accumulata efficacemente e di conseguenza nei periodi di bassa produzione (poco vento, notte) non si dispone di elettricità. Attualmente nella rete elettrica vengono utilizzate batterie molto costose e con una operatività breve. I ricercatori della Stanford hanno sviluppato batterie con elettrodi composti da nanoparticelle di esacianoferrato di rame in grado di caricarsi velocemente e di scaricare un alto voltaggio, che possono resistere a 40000 cicli di carica, cioè abbastanza per una durata media di 30 anni. Proprio quello che serve per le esigenze delle reti elettriche da energie alternative.

Be the first to comment on "Il definitivo addio ai combustibili fossili potrebbe arrivare grazie ad una batteria"

Leave a comment

Your email address will not be published.