Il Nobel per la medicina ai neuroni GPS

Il premio Nobel per la medicina e fisiologia di quest’anno va all’inglese John O’ Keefe, dell’University College of London, e alla coppia di coniugi May-Britt Moser ed Edvard Moser, del Kavli Institute for Systems Neuroscience di Trondheim, in Norvegia. All’inizio degli anni ’70 O’Keefe aveva identificato nei ratti i “neuroni di luogo” che si attivano in risposta all’esplorazione geografica di un particolare luogo da parte dell’animale. Più recentemente i coniugi Moser hanno scoperto che questi neuroni fanno parte di un circuito neuronale complesso che organizza i ricordi spaziali. In patologie neurodegenerative  come l’Alzheimer, il danneggiamento di questi neuroni provocherebbe la mancanza della memoria spaziale. Leggi l’editoriale su Le Scienze.

Be the first to comment on "Il Nobel per la medicina ai neuroni GPS"

Leave a comment

Your email address will not be published.